MICHELE MIRABELLA(Bitonto, 7 luglio 1943) è un personaggio televisivo e attore italiano. Trascorre l'infanzia tra Bitonto, Bari e Roma, dove la famiglia segue il padre ufficiale dell'Esercito. Dopo la maturità classica, conseguita da privatista, il giovane Michele va all'università per seguire la prima lezione di Giurisprudenza, ma è colpito dalla visione di una "ragazza dalla treccia bionda", come il popolare conduttore ammetterà in un'intervista concessa ad un rotocalco; per seguirla, la raggiunge nelle aule della Facoltà di Lettere e filosofia. Ascolta una lezione di Letteratura italiana, su Machiavelli, e rimane affascinato. Abbandona gli studi giuridici e decide di iscriversi a quel corso di laurea e al Centro Universitario Teatrale di Bari di cui diventerà il regista.
Dimenticherà presto la "titolare" della treccia, ma ritroverà i già amati e prediletti, al liceo, studi umanistici. Conseguirà così, con lode, la laurea in Lettere, che lo trasformerà più tardi nel "professore della televisione italiana". Nasce in teatro a Bari, come attore e regista di numerosi spettacoli di opere di Brecht, Shakespeare, Ruzante, Goldoni, Beckett e Buchner presso il Centro universitario teatrale. Nel 1972 è il regista di "Notte di guerra al museo del Prado" di Rafael Alberti, con Giorgio Aldini. Appena trasferito a Roma approda subito in RAI e cresce in radio firmando e conducendo importanti trasmissioni radiofoniche come La luna nel pozzo (dal 1979 al 1981, in coppia con Ubaldo Lay). Da regista ha diretto numerosi allestimenti di prosa e programmi di intrattenimento. Ottiene un grande successo televisivo con al suo fianco Toni Garrani, incontrato nel 1982 durante il programma Luna nuova all'antica italiana, e con il quale alla radio ha poi condotto La luna sul treno (1983), Ma che vuoi, la luna? (1984), Motonave Selenia (1985) Tra Scilla e Cariddi (1986-1989), trasmissione di satira (in onda al mattino tra un giornale radio e l'altro) su RadioDue e, ancora sulle stesse frequenze e in coppia con Toni Garrani, Italian Magazzino (1990-91), La luna di traverso (1994), Divertimento musicale per due corni e orchestra KV 522 (1996-97), Mirabella-Garrani 2000 Sciò (1997-98), Incenso, Mira... Bella e Garrani (1998). Nel 1981 recita a fianco di Massimo Troisi nel film Ricomincio da tre, nel ruolo indimenticabile del nevrotico che accompagna Gaetano (Troisi) nella prima parte del viaggio. Ha recitato in molti film e sceneggiati per la televisione, tra cui ...E tu vivrai nel terrore! L'aldilà di Lucio Fulci, La spia del regime di Alberto Negrin, I racconti del Maresciallo, al fianco di Arnoldo Foà e Il furto della Gioconda di Renato Castellani in cui era protagonista. Oltre settanta le regie di teatro di prosa. Ha curato la regia di più di venti opere liriche. Tra gli autori Verdi, Donizetti, Rossini, Mascagni, Puccini, Traetta, Piccinni. Ha presentato in Tv con Enzo GarineiL'Italia s'è desta, Nelle estati 1987 e 1988, in coppia con Toni Garrani ha intrattenuto i telespettatori di Rai 2 con Aperto per ferie, trasmissione di cui entrambi sono anche autori. Nel 1990, ha scritto e condotto VedRai e ha firmato come autore la trasmissione di Raffaella CarràRicomincio da due e Ciao Week End con Magalli. Da regista e autore realizza TGX, programma di satira e Stasera mi butto. Nel 1993 si ripresenta al pubblico televisivo, sempre con Toni Garrani, per 15 minuti al giorno alle 20:20, dopo l'edizione principale del Tg2 con Ventieventi. Nell'estate del 1995 ha condotto Tivvùcumprà e nel 1996 è tornato in video su Raitre a dirigere La testata. Sempre nel 1996 ha proposto la rubrica di medicina Elisir, tuttora in onda su Raitre. Ha curato alcuni programmi di Rai Educational tra cui Abbiccì-L'ha detto la tivvù, una ricerca sullo stato della Lingua italiana ai nostri giorni, realizzata con la collaborazione del linguista Luca Serianni, La Storia siamo noi e Amor Roma, programma sulla lingua e la cultura latine. Dal 31 maggio al 10 settembre 2010 ha condotto la decima edizione del talk show del mattino di Rai 3Cominciamo Bene Estate. Intensa la sua attività di regista lirico. Ha inscenato opere del Settecento italiano tra cui quelle di Traetta, Piccinni, Duni e classici di cartellone come "Manon Lescaut", "Tosca", "Lucia di Lammermoor". Dopo il successo ottenuto al Teatro Lirico di Cagliari nell'ottobre 2009, con DesirèeRancatore e Celso Albelo, torna in scena con il suo "Elisir d'amore" di Donizetti con protagonisti Aleksandra Kurzak e Matteo Macchioni al Teatro Verdi di Salerno nel 2010. Nello stesso anno ha diretto con grande successo il "Barbiere di Siviglia" di G. Rossini, "Cavalleria Rusticana" di P. Mascagni, "Tabarro" di G. Puccini al Teatro Petruzzelli di Bari. A Savona, al Teatro Chiabrera ha curato la regia del "Don Pasquale" di Donizetti. Dal 27 settembre 2010a giugno 2012ha condotto Apprescindere su Rai 3.Dal 22 ottobre 2012 conduce su Rai3, dal lunedì al venerdì, Buongiorno Elisir.

 

  ORCHESTRA SINFONICA DI SANREMO / La Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, una delle più antiche e prestigiose realtà musicali italiane con i suoi cento anni di vita festeggiati nel 2005, fa parte delle dodici Istituzioni Concertistico Orchestrali riconosciute dallo Stato (fin dalla fondazione delle prime 6 ICO, nel 1967), ed è Istituzione Culturale di Interesse Regionale della Regione Liguria. Dal 1° gennaio 2003 ha acquisito la natura giuridica di Fondazione. Sede principale dei suoi concerti, più di cento all’anno, è il Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo. Nella sua lunga storia ha visto alternarsi i più grandi direttori ed i maggiori solisti internazionali. Direttore Artistico e Stabile dal 2015 è il M° Giancarlo De Lorenzo. Attenta alla valorizzazione dei giovani talenti, la Sinfonica di Sanremo è dotata di una grande versatilità che le permette di eseguire, sempre con grandi riconoscimenti, sia il repertorio classico, che quello romantico, moderno e contemporaneo.
GIANCARLO DE LORENZO / Direttore stabile dal 1992 dell'Orchestra Vox Auræ di Brescia, nel 2003 gli viene affidata la carica di Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, carica che ha ricoperto sino a dicembre 2011. Con questa orchestra, nel corso degli anni, ha effettuato numerosissimi concerti in Italia ed all'estero. Ha collaborato con grandi solisti sempre con ampio consenso di pubblico e di critica. Ha diretto in più occasioni molte orchestre italiane ed estere tra le quali le prestigiose orchestre Philarmonisches Kammerorchester Munchen, London Mozart Players. “Riverside Synphonie Orchestra” (New Jersey), Orchestra Philarmonie der Nationen, Orquesta Sinfonica del Estado de Mèxico, Orchestra Sinfonica do Teatro Nacional de Brasília, Orchestra Sinfonica di Cipro, Orchestra Sinfonica di Maracaíbo, Orchestra Sinfonica di Manaus, Orchestra Metropolitana di Lisbona, Sinfonia Toronto, Orchestra Sinfonica di Istanbul, Orchestra Filarmonica di Belgrado, Orchestra Sinfonica di Bilbao. Nel campo operistico ha diretto varie produzioni tra le quali, per il grande successo ottenuto, si ricordano”Le Nozze di Figaro” di W.A. Mozart,  “Rigoletto” di G. Verdi,  “la Serva Padrona” di G.B. Pergolesi, “Il Signor Bruschino” di G. Rossini, “Elisir d’ Amore” di G . Donizetti a Seul, “Traviata” di Giuseppe Verdi al Teatro dell’Opera di Tirana. È Direttore Artistico della stagione musicale "Spazio Sinfonico" di Brescia. Da gennaio 2012 è stato nominato Direttore principale ospite dell’Orchestra Filarmonica Italiana e dell’Orchestra Sinfonica di Grosseto. Da gennaio 2015 ricopre la carica di direttore artistico e direttore principale dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.